< weniger ist mehr >
(m
eno è più)
(L. Mies v. d. Rohe)

 

INNOVAZIONE & RICERCA per un' ECONOMIA CIRCOLARE

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Un' economia circolare è un sistema rigenerativo in cui l'uso delle risorse e la produzione di rifiuti, le emissioni e gli sprechi di energia sono ridotti al minimo rallentando, riducendo e chiudendo i cicli di energia e materiali; ciò può essere ottenuto mediante costruzione, manutenzione, riparazione, riutilizzo, rigenerazione, ricondizionamento e riciclaggio durevoli. Il riciclaggio è di solito l'ultima risorsa. Il contrario dell'economia circolare è per lo più chiamato economia lineare (anche "economia a perdere"). Si tratta del principio attualmente prevalente della produzione industriale. La maggior parte delle materie prime utilizzate vengono depositate o incenerite dopo la rispettiva vita utile dei prodotti; solo una piccola parte viene riciclata.

Stampa Email

Materie prime alternative

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

 
Produzione di cemento „ecologico“ con meno CO2

La Thyssenkrupp tedesca ha cambiato il processo di produzione del cemento. Il risultato: aggiungendo argilla, si può risparmiare circa il 40% del biossido di carbonio dannoso per il clima. Il primo impianto di questo tipo è attualmente in costruzione in Camerun.

Il cemento è costituito essenzialmente da sabbia calcarea. Questa contiene naturalmente anidride carbonica (CO2). Da un normale processo di produzione convenzionale vengono prodotti circa 790 kilogrammi di CO2 per tonnellata di cemento da klinker. Questo avviene a seguito di una reazione chimica. Inoltre per la produzione sono necessarie grandi quantità di energia, poiché il calcare deve essere bruciato con l'aggiunta di altre sostanze a temperature superiori ai 1.400 gradi Celsius. La società Thyssenkrupp ha ora sviluppato un cosiddetto processo dal nome „polysius activated clay“ (argilla attivata al polisio). La caratteristica consiste nel mescolare argilla attivata, che corrisponde a circa un terzo del cemento ottenuto dal calcare. L'argilla deve soltanto essere trattata a circa 800 gradi Celsius al posto dei 1.400 del calcare. Ciò significa che durante il processo di produzione è richiesta una quantità significativamente inferiore di calore e quindi di energia. Aggiungendo argilla attivata è possibile ridurre le emissioni di CO2 per tonnellata di cemento fino al 40%.

Stampa Email

Architettura al posto di antibiotici

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

L'architettura e il design possono ridurre il rischio che i germi multi-resistenti si moltiplichino negli ospedali e causino infezioni. Questo è il risultato di un progetto di ricerca presso la TU Braunschweig.

Nell'ambito di un progetto di ricerca, gli scienziati del TU Technische Universität) Braunschweig hanno studiato se, in risposta all'aumento della presenza di agenti patogeni multi-resistenti in Germania, le camere doppie negli ospedali possano essere costruite in modo tale da rappresentare anche un'alternativa alle camere singole in termini di prevenzione delle infezioni. A tale scopo, un team di architetti della TU Braunschweig ha progettato una camera doppia a prova di infezione che comprende sale umide separate e l'ha implementata come prototipo.

 

Quali batteri vivono sulle superfici nelle stanze dei pazienti? La nuova pianificazione spaziale può prevenire le infezioni nelle cliniche? Gli architetti dell'Università Tecnica di Braunschweig hanno lavorato con biologi molecolari e medici nel progetto KARMIN ("Ospedale, architettura, microbioma e infezione"). Insieme a un partner della società bavarese, i partner del progetto hanno sviluppato un prototipo per una nuova sala per i pazienti con prevenzione delle infezioni. Il prototipo per una stanza-paziente ottimizzata sarà presentato nell'ottobre 2020 al "WorldHealth Summit" di Berlino.
 Oltre alla TU Braunschweig, la Charité Universitätsmedizin di Berlino, l'University Hospital Jena e la Röhl GmbH Blechverarbeitung di Waldbüttelbrunn sono tra i partner della rete. Inoltre, 17 partner industriali supportano il progetto.

 

 

Le infezioni ospedaliere e i patogeni multi-resistenti, contro i quali gli antibiotici non aiutano più, stanno diventando sempre più un problema nelle cliniche. In particolare nelle camere a più letti, i batteri possono essere trasmessi rapidamente e diventare un grave pericolo per il paziente. Per questo motivo, finora è stato richiesto di isolare i pazienti infetti da agenti patogeni multiresistenti in stanze singole. Tuttavia, l'uso esclusivo di camere singole è associato a numerosi svantaggi e costi più elevati. Il prototipo intende fornire una risposta sull'influenza che l'architettura di un ospedale ha sull'igiene e se la camera doppia è sufficientemente a prova di infezione per i pazienti. Wolfgang Sunder dell'Institute for Industrial Construction and Constructive Design presso la TU Braunschweig e il project manager di Karmin sono fermamente convinti che l'architettura e il design possano dare un importante contributo all'igiene negli ospedali se si tiene conto della protezione dalle infezioni strutturali durante la pianificazione e la gestione degli ospedali. Quindi Sunder sostiene due bagni separati in camere doppie per garantire maggiore igiene. I costi aggiuntivi potrebbero essere compensati con i costi per il trattamento delle infezioni. Inoltre, lo studio ha dimostrato e proposto che, al posto dei materiali antimicrobici, è meglio utilizzare superfici facili da pulire, poiché i materiali antimicrobici uccidono anche i microrganismi utili. Due dei partner industriali del progetto di ricerca sono Schüco e Nora. Le finestre in alluminio della serie AWS 75 BS.HI + sono state utilizzate nella "stanza dei pazienti del futuro". Mentre un elemento è stato progettato come una finestra rotante con un limitatore di apertura disaccoppiato da una maniglia, la seconda finestra come "inclinazione prima della rotazione" è dotata di componenti di comfort per ridurre le forze operative.

 



Il pavimento in gomma Noraplan sentica è stato installato nel prototipo. A causa della sua superficie estremamente densa, secondo la società, e a differenza di altri rivestimenti per pavimenti elastici, i pavimenti Nora non devono essere rivestiti, quindi non è necessario chiudere le aree durante il periodo di pulizia e disinfezione e il funzionamento "24 ore su 24" è garantito.
  


 .

 

Stampa Email

SMART CITIES: Opportunità e Rischi

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Allorché nel 2007 il primo smartphone è arrivato sul mercato in molti Paesi venne innescato uno sviluppo dalle dimensioni imprevedibili. Ebbe così inizio la diffusione globale della tecnologia intelligente, anche se la tecnologia digitale era stata utilizzata molto prima nell'architettura.

La tecnologia CAD ha reso possibili molte cose che le avanguardie tutte non avrebbero mai potuto immaginare. Vivo è ancora il ricordo dei nuovi edifici in rovina di Frank O. Gehry o dell'architettura neo-espressionista di Coop Himmelb (l) au. Di questo sviluppo l'anno 2000 si pose come pietra miliare.

Mi ricordo ancora bene della casa sul pendio del bacino di Stoccarda, il cui guscio di vetro era stato un vecchio sogno di architetti moderni, progettatta e costruita dall' architetto-ingegnere tedesco Werner Sobek, anche se l' involucro cubico cristallino non era rivoluzionario. Tuttavia l'applicazione della tecnologia intelligente costituì un evento epocale, rendendo così il vivere dentro una serra - per Sobek semplicemente R 128 -, un' avventura di un fascino sconosciuto alla luce delle più recenti esperienze tecnologiche.

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.