< weniger ist mehr >
(m
eno è più)
(L. Mies v. d. Rohe)

 

A Eindhoven le montagne olandesi formano un nuovo collegamento

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Con la realizzazione delle montagne olandesi, Eindhoven inizia a svilupparsi verso nord. Lo Studio Marco Vermeulen ha tradotto le ambizioni innovative del nuovo quartiere in un design straordinario. Usi diversi e carattere pubblico dovrebbero conferire all'edificio un carisma speciale e renderlo un nuovo luogo di incontro in città.

Con la realizzazione delle montagne olandesi, Eindhoven inizia a svilupparsi verso nord. Lo Studio Marco Vermeulen ha tradotto le ambizioni innovative del nuovo quartiere in un design straordinario. Usi diversi e carattere pubblico dovrebbero conferire all'edificio un carisma speciale e renderlo un nuovo luogo di incontro in città.

L'area metropolitana di Eindhoven è la regione economica in più rapida crescita nei Paesi Bassi. Nel contesto di questi sviluppi, in futuro la città di Eindhoven sarà ampliata a nord. A nord del sito ferroviario sarà costruito un centro a vocazione internazionale, in cui le montagne olandesi formano il collegamento tra il centro città a sud, il campus dell'Università tecnica e il quartiere emergente. L'intersezione del Dommel con i binari della ferrovia è fiancheggiata da un parco, che è sia la posizione che l'ancoraggio atmosferico delle montagne olandesi. In quanto paesaggio naturale del centro cittadino, offre opportunità ricreative e sportive che animeranno ulteriormente il complesso edilizio. Grazie alla sua vicinanza alla stazione ferroviaria principale, il centro città è raggiungibile anche in pochi minuti in bicicletta oa piedi. Inoltre, la posizione diventerà in futuro un hub per le offerte di car sharing e l'elettromobilità.

La sorprendente dichiarazione di sviluppo urbano può già essere vista da lontano e apre la prospettiva di Eindhoven a nord. Sebbene le torri una di fronte all'altra varino leggermente sia in altezza che in larghezza, il design armonioso della facciata e il piano terra comune armonizzano entrambe le parti dell'edificio. Grazie a un ampio ingresso in cui si continua il verde dell'area esterna, si crea una transizione fluida tra il paesaggio del parco e l'interno dell'edificio.

Seguendo il principio guida dell'incontro, il piano terra, in quanto spazio accessibile al pubblico, è anche un punto di incontro per i visitatori: un elemento interno e un elemento di collegamento tra l'edificio e l'ambiente circostante. Un ampio atrio collega il piano terra con il primo e il secondo piano. All'interno di questa base c'è un'offerta gastronomica, impianti sportivi, negozi, sale riunioni, un'area espositiva e una sala conferenze. Un'ampia scala non solo apre l'intera area, ma funge anche da seduta e opzione per piantare. I piani superiori delle torri offrono spazi ad uso ufficio e aree di lavoro open space. I terrazzi annessi ai rispettivi piani collegano i livelli con lo spettacolare spazio collettivo dell'edificio. Le terrazze sul tetto sono collegate tra loro e al piano terra da scale. Suscitano associazioni con un sentiero di montagna e motivano i visitatori: all'interno si fa la “salita” invece che l'ascensore. Nella torre nord-est sono presenti solo appartamenti, più della metà dei quali appartengono alla fascia di prezzo medio. Nel sud-ovest ci sono appartamenti a breve termine e un hotel. Il clou del complesso edilizio è un bar sul tetto, che offre una spettacolare vista a 360 gradi su tutta Eindhoven. 

In termini di sostenibilità, l'accento è stato posto non solo su usi diversi e componenti in gran parte prefabbricati, ma anche sulla selezione precisa dei materiali da costruzione. La maggior parte dei grattacieli previsti nella costruzione ibrida sarà in legno massiccio proveniente da foreste gestite in modo sostenibile. L'atrio è affascinante perché completamente in legno, il che rende l'intercapedine ancora più spettacolare. Anche i soffitti dei piani superiori sono in legno e donano ai soggiorni una piacevole atmosfera. Per ragioni statiche e acustiche, solo i nuclei delle torri e alcuni altri componenti sono realizzati in calcestruzzo. Le facciate sud e ovest delle montagne olandesi sono dotate di pannelli solari che generano energia. Per quanto possibile, i principi naturali regolano il clima interno. L'acqua piovana raccolta viene utilizzata per irrigare il verde interno; L'acqua in eccesso viene convogliata nel Dommel tramite un piccolo ruscello artificiale nella zona di ingresso.

Le montagne olandesi non sono solo convincenti come un forte gesto architettonico, ma stabiliscono anche nuovi standard in termini di sviluppo sostenibile. Come progetto pionieristico e nuovo punto di riferimento nel nord di Eindhoven, guardano al futuro e definiscono gli standard innovativi per il quartiere emergente.


 

 

Stampa Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.