< weniger ist mehr >
(m
eno è più)
(L. Mies v. d. Rohe)

 

"Via col vento", ma . . .

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

non con Clark Gable e Vivien Leigh, ma con Christian Lindner, Ministro delle Finanze, e Robert Habeck, Ministro dell' Economia e Energia, entrambi di

G e r m a n i a

.

 

Il ministro della Germania dell' Economia, Robert Habeck, spinge il passo con l' eolico. Per molti è un' imposizione. (Ma chi sono i molti? I pochi! Ndr) . . . Secondo i piani dei ministri federali Christian Lindner (Finanze) e Robert Habeck (Economia), circa 200 miliardi di euro saranno investiti nella protezione del clima entro il 2026. In particolare, si tratta di ridurre le emissioni di anidride carbonica, espandere l'economia dell'idrogeno, il cosiddetto supplemento EEG e più stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Il governo federale ha presentato i punti chiave per una "legge sul vento sulla terra".
In futuro, il due per cento della superficie terrestre del paese sarà utilizzato per le turbine eoliche. Il governo vuole anche consentire la costruzione di turbine eoliche in aree di conservazione del paesaggio.
NABU (NAturschutzBUnd), l' associazione/unione (Bund) per la difesa della natura (Ndr), teme un indebolimento della conservazione della natura - e la CSU (non i "fu" milazziani della Sicilia!) vede l'accettazione tra i cittadini in pericolo.

Il governo tedesco vuole accelerare l'espansione dell'energia eolica. Due ministri hanno presentato la bozza di una legge sul <vento sulla terra> alla conferenza stampa federale di mercoledì (e le conferenze-stampa dei malgoverni-penombra italiani?Ndr). La costruzione di nuove turbine eoliche deve fare progressi "su larga scala", afferma il ministro dell'Economia e del Clima Robert Habeck (Verdi). Ciò è importante non solo per gli obiettivi di protezione del clima, ma anche per la sicurezza energetica e l'approvvigionamento.

Ma Habeck ammette anche: "Non voglio nascondere il fatto che ciò che presentiamo oggi significa anche un'imposizione per molte persone e regioni". L'espansione prevede sempre resistenza e paure. (Minchia, più chiaro di così si muore. Vai a trovare in questa italia un bastardo politicante che ti sa parlare in questo modo!). (C' è un ministro per le Costruzioni in questa scassata italia?Ndr).

Obiettivo: due per cento della superficie terrestre del paese per l'energia eolica

Finora, lo 0,8% della superficie terrestre della Germania è stato designato per il funzionamento delle turbine eoliche, ma solo lo 0,5% è realmente disponibile. L'obiettivo del governo federale ora è quello di aumentare questa quota: all'1,4 per cento entro il 2026 e al due per cento entro il 2032.

A seconda delle condizioni locali, i 13 stati federali devono destinare tra l'1,8 e il 2,2% della loro area all'espansione dell'energia eolica. Per le tre città-stato densamente popolate, si applica un obiettivo inferiore dello 0,5%. "Questo governo federale ha cercato di rimuovere tutti gli ostacoli all'espansione dell'energia eolica", afferma il ministro delle Costruzioni Klara Geywitz (SPD).
In primo luogo, il governo federale vuole eliminare le distanze minime generali tra turbine eoliche ed edifici residenziali se i Länder non raggiungono i rispettivi obiettivi di espansione. Finora, diversi paesi hanno tali regole, ad esempio la cosiddetta regola delle 10-H in Baviera. Lì, la distanza minima di una turbina eolica per la colonizzazione deve essere dieci volte la sua altezza.

In secondo luogo, il governo vuole cambiare il Federal Nature Conservation Act: in futuro, vuole abilitare le turbine eoliche nelle aree di conservazione del paesaggio (LSG) – finora sono state l'eccezione lì. Dalle associazioni di conservazione della natura sono arrivati mercoledì elogi generali per i progetti, ma anche critiche sui dettagli. Questo si riferisce principalmente alle aree di protezione del paesaggio, ma NABU teme l'indebolimento della conservazione della natura

Le aree di protezione del paesaggio (LSG) non devono essere confuse con le riserve naturali (NSG), perché in un LSG si applicano requisiti significativamente meno severi. La Nature Conservation Union Germany (NABU) teme in una dichiarazione sulla legge pianificata comunque un "indebolimento della conservazione della natura". Quindi la protezione della natura e delle specie viene sacrificata alla protezione del clima? Il ministro federale dell'Ambiente Steffi Lemke (Verdi) lo nega. Annuncia un fondo per il quale il governo federale vuole fornire 80 milioni di euro e in cui devono pagare anche gli operatori di energia eolica. Questo è destinato a finanziare misure di protezione per le specie animali in via di estinzione che sono minacciate dall'energia eolica. Ad esempio, la nidificazione aiuta al di fuori delle aree di energia eolica per rapaci o pipistrelli.


Allo stato attuale, la partecipazione finanziaria dei comuni e dei residenti nei parchi eolici non è ancora possibile ovunque, ammette Habeck. "Ci sono regioni in Germania in cui alcuni investitori esterni hanno collocato parchi eolici. E cosa ne ricavano le persone? Letteralmente niente. Lo guardano, ma non hanno alcun coinvolgimento in esso". Habeck promette un miglioramento qui: un emendamento alla legge sulle fonti di energia rinnovabile ha lo scopo di rendere più facile per le persone partecipare al reddito delle turbine eoliche nel loro ambiente in futuro.

Finora, lo 0,8% della superficie terrestre della Germania è stato designato per il funzionamento delle turbine eoliche, ma solo lo 0,5% è realmente disponibile. L'obiettivo del governo federale ora è quello di aumentare questa quota: all'1,4 per cento entro il 2026 e al due per cento entro il 2032. A seconda delle condizioni locali, i 13 stati federali devono destinare tra l'1,8 e il 2,2% della loro area all'espansione dell'energia eolica. Per le tre città-stato densamente popolate, si applica un obiettivo inferiore dello 0,5%. "Questo governo federale ha cercato di rimuovere tutti gli ostacoli all'espansione dell'energia eolica", afferma il ministro delle Costruzioni Klara Geywitz (SPD). In primo luogo, il governo federale vuole eliminare le distanze minime generali tra turbine eoliche ed edifici residenziali se i Länder non raggiungono i rispettivi obiettivi di espansione. Finora, diversi paesi hanno tali regole, ad esempio la cosiddetta regola delle 10-H in Baviera. Lì, la distanza minima di una turbina eolica per la colonizzazione deve essere dieci volte la sua altezza.

Facilitare la partecipazione dei cittadini ai parchi eolici

Le critiche alla legge sul vento sulla terra sono arrivate dalla Baviera pochi giorni fa: il ministro locale delle Costruzioni Christian Bernreiter (CSU) ha annunciato: "Le tattiche della coalizione dei semafori sono chiare: complica le leggi così tanto che regole di distanza significative e accettabili diventano praticamente impossibili. In tal modo, mette a repentaglio l'accettazione della transizione energetica da parte dei cittadini. Se approvi questo disegno di legge, devi anche spiegare gli effetti alla gente".
Il ministro federale dell'Economia Habeck non nega la necessità di spiegazioni: spetta ora ai politici comunicare i vantaggi dell'energia eolica. Il settore delle energie rinnovabili è un vantaggio di localizzazione, sottolinea il politico verde: per l'economia tedesca, ma anche per la popolazione locale.

A seconda delle condizioni locali, i 13 stati federali devono destinare tra l'1,8 e il 2,2% della loro area all'espansione dell'energia eolica. Per le tre città-stato densamente popolate, si applica un obiettivo inferiore dello 0,5%. "Questo governo federale ha cercato di rimuovere tutti gli ostacoli all'espansione dell'energia eolica", afferma il ministro delle Costruzioni Klara Geywitz (SPD).
In primo luogo, il governo federale vuole eliminare le distanze minime generali tra turbine eoliche ed edifici residenziali se i Länder non raggiungono i rispettivi obiettivi di espansione. Finora, diversi paesi hanno tali regole, ad esempio la cosiddetta regola delle 10-H in Baviera. Lì, la distanza minima di una turbina eolica per la colonizzazione deve essere dieci volte la sua altezza.

Espansione dell'energia eolica: quali miti sull'energia eolica sono veri?

Il governo vuole cambiare il Federal Nature Conservation Act: in futuro, vuole abilitare le turbine eoliche nelle aree di conservazione del paesaggio (LSG) – finora sono state l'eccezione lì. Dalle associazioni di conservazione della natura sono arrivati mercoledì elogi generali per i progetti, ma anche critiche sui dettagli. Questo si riferisce principalmente alle aree di protezione del paesaggio. Quindi la protezione della natura e delle specie viene sacrificata alla protezione del clima? Il ministro federale dell'Ambiente Steffi Lemke (Verdi) lo nega. Annuncia un fondo per il quale il governo federale vuole fornire 80 milioni di euro e in cui devono pagare anche gli operatori di energia eolica. Questo è destinato a finanziare misure di protezione per le specie animali in via di estinzione che sono minacciate dall'energia eolica. Ad esempio, la nidificazione aiuta al di fuori delle aree di energia eolica per rapaci o pipistrelli.



Stampa Email

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.